Tag

, , , , , , , , , ,

 

incenso

Muscat e Nizwa, Wadi e Forti, il deserto di Wahiba, villaggi tradizionali, il Dhofar con le piantagioni di incenso, il famoso “geyser” di Mughsail, la città perduta di Ubar e lo spettacolare deserto di Rub Al Khali “il deserto dei deserti” uno dei più affascinanti del mondo

PARTENZE DI GRUPPO GARANTITE IN LINGUA ITALIANA

CALENDARIO PARTENZE:

2012:  DICEMBRE: 09
2013:  FEBBRAIO: 10 – 24     MARZO: 10 – 24    APRILE: 07 – 21 – 28    NOVEMBRE: 03 – 17 DICEMBRE: 01 – 22

DOMENICA: MUSCAT
Arrivo, incontro con un nostro incaricato che provvederà al trasferimento in hotel. Pernottamento.

LUNEDI’: MUSCAT
Prima colazione, visita della splendida capitale del Sultanato dell’Oman situata in magnifica posizione sul mare: la Grande Moschea, la “corniche” con il mercato del pesce ed il famoso souq di Muttrah, i forti Jalali e Mirani, il Palazzo del Sultano, il Museo Bait Al Zubair e Qantab beach. Pranzo in ristorante locale. Cena e pernottamento in hotel.

MARTEDI’: MUSCAT / WADI BANI KHALID / WAHIBA SANDS
Prima colazione, partenza in fuoristrada 4×4 per Wadi Bani Khalid, una delle più belle  oasi dell’Oman, attraversata tutto l’anno da un corso d’acqua smeraldina che forma un laghetto circondato da palme. Pranzo nell’oasi. Partenza per il deserto di Waibah Sand, con le sue spettacolari dune dorate. Arrivo ed escursione sulle dune per ammirare il tramonto nel deserto. Cena e pernottamento in lussuoso campo tendato permanente.

MERCOLEDI’: WAIBAH SAND/JABRIN/BAHLA/AL HAMRA/MISFAH/NIZWA
Prima colazione e partenza per Jabrin, dove si visiterà il Forte, uno dei più raffinati dell’Oman. Proseguimento per Bahla con sosta per osservare il Forte (esterno) e quindi per Misfah. Pranzo in ristorante tradizionale. Visita del villaggio caratteristico di Misfah e partenza per Nizwa con sosta per una foto alla bella oasi di Al Hamra. Cena e pernottamento a Nizwa.

GIOVEDI’: NIZWA/BIRKAT AL MAWZ/SEEB AEROPORTO / SALALAH
Prima colazione e visita di Nizwa, antica capitale del sultanato: il Forte ed il souq. Pranzo in ristorante e partenza per Muscat aeroporrto, con sosta a Birkat al Mawz per visitare il vecchio villaggio abbandonato. Arrivo e volo Oman Air per Salalah. Arrivo e trasferimento in hotel, pernottamento.

VENERDI’: SALALAH/WADI DAWHKA/UBAR/RUB AL KHALI/SALALAH
Prima colazione e partenza in fuoristrada 4×4 per Wadi Dawkha, un’ampia vallata che ospita migliaia di alberi di incenso. Proseguimento per Ubar per visitare gli scavi della mitica città perduta. Partenza per Al Hismah e le dune dello spettacolare deserto di Rub Al Khali. Visita e pranzo pic-nic. Rientro in hotel e pernottamento.

SABATO: SALALAH/EAST DHOFAR/SALALAH AEROPORTO
Prima colazione e partenza per la visita della città di Salalah: la Grande Moschea, Al Husn Palace, l’area archeologica di Al Balid e l’interessante Museo. Pranzo in ristorante locale e partenza per East Dhofar per visitare Wadi Darbat, Taqa plateau e Taqa Fort. Proseguimento per Salalah aeroporto, volo per Muscat (arrivo previsto ore 18.30).

La guida in italiano per la parte del Dhofar è soggetta a riconferma

INFO E PRENOTAZIONE: INFO@AITMITALIASERVICES.COM

Informazioni

Capitale: Muscat

Area: il Sultanato dell’Oman si estende su un’area di 300.000 kmq.

Popolazione: 3,1 milioni di abitanti (aggiornamento al 2006), di cui 2 milioni omaniti. Le rimanenti etnie provengono dall’India, Pakistan, Asia, altri paesi arabi, Europa ed USA.

Religione: islamica a prevalenza Ibadita.

Lingua: ufficiale l’arabo. Altre lingue: Urdu, Swahili e Baluchi. Diffuso l’inglese, meno francese e tedesco.

Formalità di Ingresso: i cittadini con passaporto italiano necessitano di visto ottenibile direttamente all’arrivo (costo attuale OMR 5 per soggiorni di durata inferiore ai 10 giorni OMR 20 per soggiorni superiori). Il passaporto deve avere validità di 6 mesi dalla data di rientro in Italia (o di uscita dall’Oman). Il visto turistico ha validità 30 giorni e deve essere utilizzato entro 6 mesi dalla data di rilascio. Il passaporto deve avere una pagina disponibile per essere apposto il visto. Per visti diversi da quello turistico contattare l’ambasciata dell’Oman in Italia.

Fuso Orario: +3 ore rispetto all’Italia che diventano 2 quando in Italia vige l’ora legale.

Vaccinazioni: nessuna vaccinazione necessaria per visitare l’Oman.

Valuta e Cambio: L’unità monetaria omanita è l’Omani Rial (RO o OMR). 1 Omani Rial si divide in 1000 Baizas. 1 OMR = 2 Euro circa.
E’ possibile cambiare in aeroporto, nelle banche, negli uffici di cambio e negli hotels (cambio in genere non molto favorevole). Attualmente non sono acquistabili Omani Rial in Italia.
Vengono normalmente accettate le principali carte di credito (Visa, Mastercard, Amex) nella maggior parte degli alberghi, shopping center e diversi negozi nei souq turistici, ristoranti di un certo livello nelle città principali.

Governo: Sultanato. Si tratta di una monarchia assoluta al cui capo si trova il Sultano sua maestà Sultan Qaboos bin Sultan, dal 1970.

Maggiori Industrie: petrolio, gas naturale, agricoltura e pesca

Aeroporti: 2 aeroporti internazionali: Muscat e Salalah. Il principale aeroporto dell’Oman è Seeb International Airport, situato a 40 km. da Muscat. Altro aeroporto internazionale si trova a sud ed è quello di Salalah. All’estremo nord del paese, nel Musandam, si trova l’aeroporto di Khasab, attualmente utilizzato per soli voli domestici e vi possono atterrare aerei di medie dimensioni.

Cultura: come negli altri paesi arabi, la cultura Arabo-Islamica domina il paese e ne caratterizza lo stile di vita.

Telefono: per telefonare in Oman è necessario comporre il prefisso internazionale 00968 e quindi il numero desiderato. Per telefonare dall’Oman in Italia comporre il prefisso internazionale 0039 e quindi il numero desiderato completo di prefisso. L’Oman è coperto da una buona rete GSM ed è quindi possibile utilizzare i telefoni cellulari ad eccezione di alcune aree (parte delle montagne centrali, deserto, zone isolate o lontane dai principali centri abitati). Non tutte le compagnie telefoniche internazionali sono abilitate, pertanto è indispensabile informarsi presso il proprio gestore. I principali gestori telefonici omaniti sono: Oman Mobile e Nawras.

Geografia: il Sultanato dell’Oman è situato nell’area (angolo) sud-orientale della Penisola Arabica e si trova fra il 16°40’ ed il 26°20’ di Latitudine Nord e il 51°50’ ed il 59°40’ di Longitudine Est.
La linea costiera si affaccia sull’Oceano Indiano e si estende per 1700 km. dallo stretto di Hormuz al nord ai confini con Yemen al sud.
L’Oman si affaccia su tre mari: il Golfo Arabico, il Golfo dell’Oman ed il Mare Arabico. Il Sultanato confina con il Regno dell’Arabia Saudita ad ovest, gli Emirati Arabi Uniti a nordest, la repubblica dello Yemen a sud e lo stretto di Hormuz lo separa dall’Iran a nord. La Penisola del Musandam è un’area del paese situata all’estremo nord, ma separata dal resto dell’Oman da una porzione di Emirati Arabi Uniti, al cui interno si trova una piccola enclave di territorio sempre appartenente all’Oman. Il Musandam è separato dall’Iran dallo stretto di Hormuz, pari a 30 miglia marine (circa 50 km.). L’area totale dell’Oman è di 309.500 kmq. e rappresenta il terzo paese della Penisola Arabica per estensione.

Regioni: l’Oman è diviso in 3 Governatorati e 5 Regioni.
I Governatorati sono: Muscat, il Dhofar ed il Musandam. Le regioni: Batinah, Al Wusta, Sqarqiya, Dhakiliya, Dhahirah.
Ciascuno di essi si suddivide in distretti più piccoli, chiamati Wilayats che sono governati dal Wali, la persona responsabile dell’amministrazione dell’area e che conferisce con il Ministro degli Interni. Muscat è la capitale dell’Oman, una tranquilla città cosmopolita lontana dal trambusto e dalla vita frenetica di altre città della Penisola Arabica. Al sud del sultanato, Salalah è la capitale amministrativa del Governatorato del Dhofar, al nord Khasab è la capitale amministrativa del Governatorato del Musandam.

Clima: alla varietà geomorfologica dell’Oman ne corrisponde una varietà climatica. Pur trovandosi vicino ai tropici il Sultanato è soggetto a variazioni e differenziazioni climatiche. In generale i mesi più caldi sono giugno e luglio, mentre i mesi più gradevoli da metà ottobre a metà aprile. Le fasce costiere che si affacciano sull’Oceano Indiano risentono da una parte di una conseguente umidità, ma dall’altra il caldo è mitigato dalle brezze marine. L’interno desertico è molto caldo in estate e più secco, mentre nelle montagne dell’Hajar in estate si può godere di un clima gradevolissimo. In inverno alle quote più alte la temperatura scende di molto fino ad arrivare, durante la notte, anche vicino agli 0°C.
Il sud del paese ha un clima diverso ed è interessato dal passaggio del monsone estivo chiamato “Khareef” che porta piogge e brume che rendono il paesaggio incredibilmente verde. Le temperature oscillano intorno ai 30°C. E’ il periodo di altissima stagione durante il quale è difficilissimo trovare una camera in hotel. Da ottobre ad aprile il clima è piacevolissimo ed il mare calmo. Da metà maggio a metà luglio (appena prima del Khareef) l’umidità è altissima.
Nella parte centrale dell’Oman in dicembre e gennaio possono capitare occasionalmente delle piogge, che pur di breve durata possono essere violente. Bisogna fare attenzione se si intende visitare i wadi in quanto potrebbe essere pericoloso in caso di pioggia.

Corrente: 220/240 volt con prese a lamelle di tipo inglese (a 3 lamelle).

Abbigliamento: comodo e leggero; qualche capo più pesante in inverno se si visitano le aree montuose. Consigliabile avere al seguito copricapo, creme protettive ed occhiali da sole. Per visitare la Grande Moschea di Muscat (l’unica visitabile in Oman per i non mussulmani. La moschea è visitabile da sabato a giovedì dalle ore 8.30 alle ore 11.00) indispensabile un abbigliamento adeguato, in particolare le donne devono essere ovunque coperte ed avere un foulard sopra la testa. Gli uomini devono indossare pantaloni lunghi ed evitare t-shirt a canottiera. Per entrare nella moschea è necessario togliere le scarpe.

Cucina: la cucina omanita ha un’impronta tipicamente araba con influenze importate dalle numerose etnie (specie asiatiche ed indiane) che convivono nel paese. Riso, pesce, pollo, agnello, capretto e verdure sono la dieta di base della cucina omanita. Ottimi i succhi di frutta fresca in genere a base di limone, mango, papaia, banana ed ananas. La quasi totalità dei ristoranti locali o tradizionali non servono bevande alcoliche. In Oman l’acqua non è un problema grazie alla ricchezza di sorgenti nelle aree montane. Tipiche specialità sono anche i datteri, l’halwa (dolce a base di uova, miele, mandorle, cardamomo ed acqua di rose) ed il “khawa” forte caffè omanita aromatizzato con cardamomo, offerti spesso come segno di ospitalità.

Sicurezza: l’Oman è un paese tranquillo e sicuro. I furti e le violenze sono molto rari. Comunque attenzione e prudenza sono sempre fattori indispensabili quando si viaggia. Normalmente gli hotels da 4 stelle in su dispongono di cassetta di sicurezza in camera o alla reception.

 

Advertisements