Tag

, , , , , , , , , ,

Namibia, antichi spazi africani

dal 29/08 al 12/09/2013

RIF.: KIHO/CO

Namibia, antichi spazi africani
dal 29/08 al 12/09/2013
Un viaggio straordinario in un paese con molti spunti d’interesse e una varietà infinita di situazioni da fotografare. Dal Namib Desert il percorso si dirige a nord verso la Skeleton Coast e dopo aver visitato Twefelfontein prosegue per Opuwo..

Programma di viaggio

1° giorno – ITALIA / FRANCOFORTE / WINDHOEK
Partenza in mattinata o nelle prime ore del pomeriggio dagli aeroporti italiani con il volo per Francoforte e proseguimento in serata per Windhoek.

2° giorno – WINDHOEK / LAKE OANOB (Km 95)
Arrivo all’aeroporto di Windhoek nelle prime ore del mattino e trasferimento in città per ritirare le auto 4×4 preparate ed equipaggiate per il viaggio. Dopo il carico della spesa alimentare necessaria per alcuni pranzi al sacco, breve tour di questa tranquilla e ordinata città che gode di un clima secco e piacevole. Pranzo in un ristorante locale quindi partenza per Lake Oanob, a pochi chilometri di distanza da Rehoboth. Il resort dove ci fermiamo per la notte si trova in una bella zona ed é affacciato sulle acque azzurre del lago. Cena e pernottamento.

3° giorno – LAKE OANIB / SOLITAIRE / SESRIEM (Km 205)
Dopo colazione partenza per Solitaire, un piccolo insediamento situato 80 km a nord di Sesriem, seguendo una pista in direzione sud-ovest. Pranzo in un luogo panoramico e proseguimento per Solitaire. Durante il percorso il paesaggio cambia in continuazione e le soste fotografiche sono numerose. Poco prima dell’ingresso del parco ci fermiamo in un lodge per la cena e il pernottamento.

4° giorno – SESRIEM / SOSSUSVLEI / SESRIEM (Km 290)
Sveglia nelle prime ore del mattino e partenza dopo colazione per raggiungere l’ingresso del Namib Naukluft Park. Qui si trovano le dune più alte e antiche del mondo, alcune delle quali superano i duecentocinquanta metri di altezza. Il paesaggio é straordinario, le dune modellate dal vento assumono forme diverse con i colori della sabbia che cambiano continuamente nell’arco della giornata. Il primo tratto é su strada asfaltata ma ben presto si percorre una pista che raggiunge le dune più alte, tra cui la magnifica 45 che con la sua cresta sinuosa é certamente la più fotografata al mondo. Qui merita risalire la duna più alta del Namib desert per osservare un panorama unico che ripaga ampiamente della fatica per giungere in cima. Proseguimento su una pista sabbiosa per Sossuslvei, un’immensa distesa di fango secco spaccato dal caldo sole del deserto. La passeggiata in questo ambiente straordinario é consigliata per apprezzare meglio la bellezza del posto. Pranzo al sacco e rientro nel pomeriggio all’ingresso del parco per la visita al Sesriem Canyon, scavato nei secoli dalle acque del fiume Tsauchab. Breve ma suggestiva camminata percorrendo il letto del fiume tra le pareti rocciose che in alcuni tratti superano i 30 metri di altezza. Trasferimento finale a Sesriem dove troviamo un accogliente lodge che ci ospita per la cena e il pernottamento.

5° giorno – SESRIEM / WALVIS BAY / SWAKOPMUND (Km 280)
Dopo colazione partenza per Walvis Bay, cittadina situata 30 km a sud di Swakopmund che é la mèta finale di questa giornata. Percorriamo la pista verso nord che presto comincia a salire fino a superare due passi di montagna: il Gaub ed il Kuiseb, entrambe molto belli e divertenti con paesaggi che mutano lungo il percorso. Troviamo alcune aree attrezzate con magnifici punti di vista sul Kuiseb Canyon. Poco prima di raggiungere Walvis Bay effettuiamo una deviazione per la duna 7 che si trova in una brulla distesa a lato della pista. Breve sosta per un picnic all’ombra di alcune palme e proseguimento per la città dove sostiamo per una visita allle saline che si raggiungono costeggiando la laguna. Solo trenta chilometri ci separano da Swakopmund che con la sua passeggiata in riva al mare, le case in legno e muratura, gli edifici di epoca coloniale, potrebbe essere scambiata per una cittadina tedesca sulle coste del Mare del Nord. Raggiungiamo il lodge poco distante dal centro e quindi usciamo per una passeggiata tra le sue vie colme di negozi di ogni genere. Cena in un ristorante locale sul mare e pernottamento al lodge.

6° giorno – SWAKOPMUND / WELWITSCHA / SPITZKOPPE / SWAKOPMUND (Km 410)
Oggi il programma prevede un percorso interessante nell’area poco distante da Swakopmund. Dopo aver ritirato i permessi necessari, partiamo in direzione della Welwitschia Drive che é la strada che si dirama tra le piante straordinarie che rappresentano la principale curiosità botanica della Namibia. Le Welwitschie sono composte da due foglie lunghe e coriacee che crescono ai lati del fusto. La loro vita é lunghissima e con il passare degli anni queste foglie vengono lacerate dal vento formando così varie strisce sfilacciate. Proseguiamo poi per visitare un’altro luogo davvero interessante: lo Spitzkoppe, una splendida montagna che si innalza dalla pianura circostante. Questo monolite di granito alto 1728 metri si dice che fosse caro ai Boscimani e che rappresentasse per loro un luogo magico. Si possono percorrere numerosi sentieri che portano verso la sua cima ma anche stradine che contornano la base. Pranzo al sacco dopo una piacevole camminata quindi partenza per Swakopmund che raggiungiamo verso metà pomeriggio, ancora in tempo per effettuare una visita alla Kristall Galerie che espone alcune delle formazioni cristalline più incredibili del pianeta. Cena in un ristorante locale e pernottamento al lodge

7° giorno – SWAKOPMUND / CAPE CROSS / TWYFELFONTEIN (Km 470)
Dopo colazione lasciamo questa città e ci dirigiamo alla Cape Cross Seal Reserve, circa 120 km a nord sulla costa. E’ questa la più grande riserva di otarie del Capo del mondo e la colonia é composta da quasi 200.000 capi. Il numero può variare a seconda della stagione. Proseguendo sempre verso nord giungiamo al cancello d’ingresso della Skeleton Coast. Il percorso é su una pista che a volte costeggia l’oceano lasciando osservare un paesaggio irreale, soprattutto quando cala la nebbia e i mulinelli di sabbia fanno dei vortici nell’aria. Da Torra Bay l’itinerario cambia direzione e si dirige ad est fino a giungere a Twefelfontein. Siamo nel Damaraland, una terra arida che emoziona per gli splendidi scenari resi indimenticabili da tramonti infuocati sui grossi roccioni di arenaria rossa. Il cuore di questa regione é Twefelfontain che é un sito di pitture ed incisioni rupestri tra i più grandi e interessanti in Africa. Cena e pernottamento in uno splendido lodge.

8° giorno – TWYFELF. / ORGAN PIPES / PETRIFIED FOREST / GROOTBERG (Km 210)
Il programma di questa giornata é lungo ed intenso quindi cominciamo presto la visita al sito delle incisioni rupestri che risalgono a circa 6000 anni fa. Queste opere sono state realizzate da antichi cacciatori che scavarono la dura patina sopra l’arenaria. Osserveremo le più interessanti e meglio conservate tra le 2500 presenti nell’area; si possono ammirare zebre, rinoceronti, elefanti, leoni eseguite con molta precisione nei dettagli. Le rocce di Twefelfontain sono antichissime, stimate intorno ai 500 milioni di anni e si sono formate con movimenti tellurici. Poco distante, su un sentiero ben segnalato, raggiungiamo una piccola gola in cui si innalzano alcune colonne di basalto note come Organ Pipes. Ci trasferiamo quindi nelle vicinanze di Khorixas per esplorare una foresta pietrificata che contiene al suo interno tronchi fossili che misurano fino a 30 metri di lunghezza e 5 di circonferenza. L’età di questi tronchi é stimata intorno ai 300 milioni di anni. Dopo pranzo trasferimento stradale per Grootberg dove ci fermiamo per la cena e il pernottamento in uno splendido lodge con vista panoramica su una grande vallata.

9° giorno – GROOTBERG / SESFONTEIN / OPUWO (Km 285)
Dopo colazione partiamo verso nord seguendo la pista che conduce a Sesfontein, l’insediamento più settentrionale del Damaraland, noto per ospitare un forte tedesco ora ristrutturato e divenuto un lodge. Da qui proseguiamo per Opuwo che raggiungiamo nel pomeriggio. Questa cittadina é il capoluogo del Kaokoveld ed é un agglomerato di edifici circondati dalle capanne tradizionali degli Himba. Lungo le vie si possono osservare moltissime persone di questa tribù ma anche quelle di un’altra etnia, gli Herero. Cena e pernottamento al lodge in centro città.

10° giorno – OPUWO / EPUPA FALLS (Km 190)
Sveglia nelle prime ore del mattino e partenza verso nord in direzione del fiume Kunene che segna il confine tra Namibia ed Angola. La prima parte della giornata é dedicata alla visita di un villaggio Himba che ci consente di trascorrere un pò di tempo osservando e fotografando la vita di questa popolazione straordinaria. Ogni villaggio Himba possiede un focolare sacro, contornato da pietre che rimane sempre acceso. Non solo le donne Himba amano cospargersi il corpo con il grasso ma anche gli uomini. Unica differenza é che gli uomini mescolano il grasso non con la polvere di ocra rossa, ma con la cenere. Ecco perché le donne hanno il colore della pelle rossiccio mentre gli uomini sono più neri. Proseguiamo poi seguendo la pista per le cascate di Epupa; qui il fiume precipita in una stretta gola scura circondata da arcobaleni creando uno spettacolo straordinario. Cena e pernottamento al lodge sul fiume.

11° giorno – EPUPA FALLS / OSHAKATI (Km 405)
Dopo colazione partiamo verso sud seguendo il percorso del giorno precedente fino ad Okongwati quindi deviamo verso nord-est su una pista tra fitta vegetazione. Raggiungiamo il fiume Kunene e lo costeggiamo per un lungo tratto fermandoci per alcune soste fotografiche entusiasmanti. Incontriamo anche alcuni villaggi Himba e potremo osservare queste persone nelle loro attività quotidiane in un area dove il turismo é quasi inesistente. Raggiunta la cittadina di Ruacana ritroviamo l’asfalto e percorriamo gli ultimi chilometri che ci separano da Oshakati. Sulla strada effettuiamo una sosta al grande e antico baobab che si trova poco distante da Uutapi. Cena e pernottamento in un lodge.

12° giorno – OSHAKATI / NAMUTONI / ETOSHA N.P. (Km 490)
Partenza per L’Etosha National Park nelle prime ore del mattino. Entriamo al parco dal Namutoni Gate e percorriamo le piste che costeggiano l’Etosha Pan, il grande deserto salino. E’ questo uno dei parchi più grandi e famosi di tutta l’Africa, con un’incredibile abbondanza di animali selvatici. Il paesaggio é molto vario; zone di fitta foresta, savana, pianure sconfinate e immense distese di cespugli erbosi che servono da riparo agli animali. Si possono osservare struzzi, rinoceronti, elefanti, giraffe, zebre, gnu, antilopi, gazzelle, ghepardi e leoni. Gli uccelli sono presenti in quantità incredibile e con una varietà infinita di specie. Durante il percorso ci sono alcuni punti di osservazione che permettono di fotografare e ammirare gli animali che si abbeverano alle pozze sia naturali che artificiali. Nel tardo pomeriggio raggiungiamo l’uscita ovest del parco, quella dell’Andersson Gate e dopo un breve tratto di strada asfaltata, arriviamo ad un lodge confortevole in zona tranquilla dove ci fermiamo per la notte. Cena e pernottamento al lodge.

13° giorno – ETOSHA N.P. / OTJIWARONGO (Km 250)
Sveglia all’alba, dopo colazione lasciamo l’area dell’Etosha National Park e proseguiamo in direzione di Otjiwarongo che raggiungiamo in tarda mattinata. Poco prima di entrare in città effettuiamo una deviazione per visitare un centro di conservazione di ghepardi creato molti anni fa da una biologa americana con l’aiuto finanziario del governo della Namibia. Una visita davvero interessante. Una donna ha dedicato la sua vita a questi straordinari animali che stavano lentamente diminuendo nel loro numero, soprattutto in Namibia. Proseguiamo poi nel pomeriggio per Otjiwarongo. Breve ma piacevole passeggiata tra le sue vie colme di negozi tra cui qualcuno di artigianato etnico africano. Cena e pernottamento al lodge.

14° giorno – OTJIWARONGO / WINDHOEK / FRANCOFORTE (Km 260)
Il viaggio é giunto ormai all’epilogo, dopo colazione partiamo per Windhoek che raggiungiamo in tarda mattinata. Pranzo in un ristorante della città con cucina locale e dedichiamo le ore precedenti la partenza con il volo per l’Italia ad una interessante visita del centro dove é ancora ben evidente lo stile coloniale. La capitale é la più grande città del paese: una passeggiata per le sue vie rappresenta un’eccezionale opportunità per conoscerla meglio. Possibilità di eventuali acquisti nei numerosi negozi che vendono ogni genere merceologico oltre ad una quantità incredibili di oggetti di artigianato locale. Dopo aver riconsegnato le auto all’agenzia di auto noleggio, trasferimento in aeroporto nel tardo pomeriggio e partenza in serata con il volo per Francoforte.

15° giorno – FRANCOFORTE / ITALIA
Arrivo in mattinata a Francoforte e partenza con i voli per gli aeroporti italiani di destinazione.

I PUNTI FORTI

• Il cielo blu e terso per tutta la durata del viaggio con un clima piacevole nella miglior stagione per visitare il paese
• Le dune del Namib Desert che sono le più antiche ed alte del mondo
• Luoghi incontaminati e scarsamente frequentati dal turismo
• Himba, uno dei popoli più primitivi della terra che vive ancora oggi seguendo antiche tradizioni
• Epupa Falls, le splendide cascate d’acqua che compiono in alcuni tratti salti di oltre sessanta metri
• Il sito di Twefelfontein dove si trovano le pitture rupestri tra le più interessanti e meglio conservate in Africa australe
• Il deserto che scivola con le sue dune nelle acque dell’Oceano Atlantico
• L’Etosha National Park, uno dei parchi più grandi e interessanti di tutta l’Africa

DOCUMENTI NECESSARI

Passaporto bollato in corso di validità con data di scadenza non inferiore a sei mesi. I cittadini italiani non hanno bisogno del visto per visitare la Namibia. Patente italiana e internazionale per i partecipanti con auto a noleggio e carta di credito non elettronica.

TARIFFE PASSEGGERI sulle auto 4×4 dell’organizzazione 

– 3.600 Euro/persona

TARIFFE EQUIPAGGI che guidano l’auto 4×4 a noleggio 

– 3.800 Euro/persona (equipaggio di 2 persone)
– 3.600 Euro/persona (equipaggio di 3 persone)
– 3.400 Euro/persona (equipaggio di 4 persone)

Le tariffe comprendono il noleggio dell’auto Toyota Hilux Double Cab 4×4 per tutta la durata del viaggio. Ritiro e consegna a Windhoek.

LA QUOTA COMPRENDE:

– Passaggio aereo con voli di linea Lufthansa MILANO MXP(o altre città italiane) / FRANCOFORTE A/R e con Air Namibia FRANCOFORTE / WINDHOEK A/R
– 12 pernottamenti in lodge come da programma
– Pensione completa durante tutto il viaggio dal primo all’ultimo giorno prima della partenza compreso le bevande
– Auto fuoristrada Toyoya Hilux Double Cab 4×4 per tutta la durata del viaggio dotata di aria condizionata e ogni comfort
– Assistenza di un coordinatore/guida italiano per tutta la durata dell’itinerario
– Quaderno di viaggio
– Set COLORI DI SABBIA™ a ogni partecipante
– Un DVD fotoshow con presentazione musicale, effetti e transizioni delle immagini, sarà inviato gratuitamente ai partecipanti al termine del viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE:

– Tasse aeroportuali 380 euro/persona (soggette a riconferma)
– La quota d’iscrizione: 40 euro/persona (quota di gestione pratica che comprende l’assicurazione medico bagaglio)
– Assicurazione Allianz Assistance: 66 euro/persona
– Le bevande alcoliche e ogni altra spesa non inserita nella sezione “la quota comprende”
EXTRA

– Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa)  25 euro/persona
– Supplemento camera singola: 360 euro

SOLO PER GLI EQUIPAGGI CHE GUIDANO L’AUTO 4×4 A NOLEGGIO – Il carburante

INFO & PRENOTAZIONI: INFO@ATMOSPHERAITALIA.AITMITALIASERVICES.COM

Annunci