Tag

, , , , , , , , , , , , , ,

 

 

 

Uno stupendo itinerario alla scoperta di uno dei luoghi più incontaminati dell’Africa Australe: 3 Milioni di abitanti in un territorio di estensione tre volte quella dell’Italia. Il Viaggio comincia da Windhoek, la moderna e ordinata capitale per proseguire verso il parco Etosha, trai i più famosi dell’Africa per bellezza e quantità di animali.  Ci spingeremo fino alle incredibili Epupa Falls al confine con l’Angola per incontrare nei loro villaggi gli Himba, le cui donne usano dipingersi il corpo di rosso, conosceremo le loro usanze e le loro tradizioni. Attraverso il Grootberg Pass scenderemo lungo la Skeleton Coast, costellata di relitti fino alla Cape Cross dove risiede la colonia di otarie più numerosa del sudafrica. Visiteremo la deliziosa cittadina di Swakopmund , dove potremo effettuare un’escursione in mare tra otarie, pellicani e delfini, visitarne i dintorni caratterizzati da panorami lunari, non a caso chiamati Moon Landscape, e gustare le ottime e abbondanti ostriche allevate localmente. Ci spingeremo fino alla penisola di Sandwich Harbour dove le dune del deserto si gettano nell’Oceano dopo aver attraversato le numerose saline della zona. Termineremo il viaggio nel Deserto del Namib, il più antico del mondo, con dune alte 300 mt e l’inquietante Dead Vlei, lago salato costellato da scheletri di alberi. Un viaggio ricchissimo, attraverso popolazioni e panorami indescrivibili, che vi accompagneranno per tutta la vita.
 

    

 

Programma di viaggio 4×4 in Namibia

 

1 giorno  : arrivo a Windohek all’alba, trasferimento in città, consegna dei 4×4, rifornimento e spesa. Partenza in direzione del Parco Etosha. Lungo la strada sosta per visitare il pittoresco mercatino del legno di Okahandja.  Nel pomeriggio arrivo al Parco Etosha e sistemazione nel  Rest Camp di Namutoni, il cui forte permette di ammirare da una posizione privilegiata la fauna e la savana.

2 giorno: Giornata dedicata al Safari Fotografico nel parco. Seguiremo le piste al suo interno in completa libertà, percorrendo nel corso della giornata i 60 km fino al Rest Camp Okaukuejo, dalla cui torre potremmo godere del “tramonto africano” e dove ci sistemeremo per la notte.

3 giorno: Altra giornata completamente dedicata al safari fotografico nel parco con visita al lago salato ETOSHA PAN. Il Pernottamento sarà previsto al Dolomite Rest Camp.

4 giorno: giornata di trasferimento. Lasciamo il parco Etosha per dirigerci a Opuwo che il lingua locale significa “la fine”. E’ infatti l’ultimo centro abitato prima di entrare nel Kaokoland, la regione più selvaggia dell’Africa. Visita a un Villaggio Himba e sistemazione presso l’Ohakane Lodge.

5 giorno: si parte alla volta delle Epupa Falls (220 km c.ca). Percorso interamente su pista, attraverso panorami mozzafiato dove non mancheranno gli incontri con gli Himba. Una volta raggiunte sarà possibile effettuare un escursione nei sentieri che le costeggiano per ammirarne l’estensione. Pernottamento press l’Epupa Falls Rest Camp, a fianco delle cascate.

6 giorno: partenza all’alba alla volta del Grootberg pass. Tappa impegnativa su pista (450 km circa). Al termine della quale pernotteremo presso le camere dell’Oase Garni Guest House.   

7 giorno: partenza alla volta della Skeleton Coast, costellata di relitti, che gli spagnoli chiamavano As areias do inferno – le sabbie dell’inferno. Le correnti e i bassi fondali, infatti erano una trappola mortale per navi e marinai che se scampavano al naufragio trovavano sulla terraferma….il deserto. Si entrerà nella riserva dal cancello Nord per poi seguire la costa fino a CAPE CROSS, dove risiede la più grande colonia di otarie del Sud Africa. Pernottamento presso Fisherman’s Guesthoue nel villaggio costiero di Henties bay.

 

8 giorno: Si parte alla volta dello Spitzkoppe, soprannominato il “Cervino dell’Africa”. E’ una formazione montuosa costituita da picchi di granito rosso vecchi di 700 milioni di anni. La vetta più alta tocca i 1784 mt e si staglia a picco per oltre 700 mt sulla pianura circostante.  Alla luce del tramonto le rocce si accendo di rosso fuoco e il panorama è mozzafiato. Nel pomeriggio partenza e pernottamento pressoEuropa Hof Hotel.

 9 giorno: Escursione in barca…. Nella baia antistante Swakopmund, sino al faro di Pelican Bay. Ci sarà la possibilità di ammirare otarie, pellicani, cormorani e delfini. Pomeriggio dedicato all’esplorazione dei dintorni guidando tra i paesaggi lunari lungo le piste della Moon Landscape  e della Welviscia drive dove ammirare queste piante centenarie. In alternative è possibile scegliere tra le innumerevoli attività disponibili a Swakopmund  che vanno dagli sport acquatici, ai voli in ultraleggero, a percorsi in quad tra le alte dune costiere, tra cui la famosa Dune 7. In serata possibilità di cenare a base di ostriche, pesce e crostacei al rinomato ristorante The Tuck, ricavato in un vecchio rimorchiatore arenato sulla spiaggia. Pernottamento presso Europa Hof Hotel.

10 giorno: Intera giornata dedicata alla scoperta di Sandwich Harbour. Dopo aver attraversato le saline multicolori intorno a Swakopmund, percorreremo la costa atlantica fino al suo punto più estremo dove le alte dune del deserto si gettano nell’oceano. Lungo il tragitto non mancano gli avvistamenti di animali e uccelli come fenicotteri e sciacalli.  Il rientro viene effettuato non più sulla spiaggia ma attraverso le dune. Pernottamento sulla laguna di Walwis Bay presso il Protea Hotel Walvis Bay.

 11 giorno: Partenza da Walwis bay in direzione del Sossusvlei alle porte del deserto del Namib. Il deserto più antico del mondo con dune alte fino ai 300 mt di colorazione arancione e rossa, a causa della composizione ferrosa della sabbia e della sua ossidazione.  Ci sistemeremo presso il Desert Camp, gestito dall’ NWR  (Namibian Wildlife Resort). Questo ci permetterà di entrare mezz’ora prima, rispetto alla normale apertura dei cancelli, per poter prendere parte con sufficiente anticipo allo spettacolo del giorno dopo.

12 giorno: Sveglia alle 4.30 per entrare alle ore 5.00 nel Parco e dirigerci a vedere il sorgere del sole sugli oltre 200 mt della Duna 45. Una volta discesi andremo a visitare la Dead Vlei…una pozza d’acqua effimera, in secca per la maggior parte dell’anno costellata di scheletri… di alberi. I più volenterosi potranno arrampicarsi fino in cima al Big Daddy, considerata la duna più alta del mondo, ben 380 mt,  dalla quale ammirare la vastità del Namib. *escursione da non sottovalutare per impegno fisico e temperature – assolutamente sconsigliata nelle ore centrali della giornata*  Ritorno al Desert Camp.

13 giorno: giornata di trasferimento alla volta di Swakopmund e pernottamento presso Europa Hof Hotel.

14 giorno: Visita della città. Rilassata e graziosa la capitale non offre molto se non un clima piacevole e diversi negozi  e centri commerciali per lo shopping e per gustare un ultimo abbondante piatto di pesce.  Nel pomeriggio consegna dei mezzi e trasferimento all’Aeroporto.

Informazioni utili

Date: 5-18 Luglio 2015
Durata viaggio: 14 giorni/ 13 notti

Totale distanza:  circa 3500 km, di cui 2500  km in fuoristrada
Difficoltà percorso: medio
Documenti: passaporto con validità residua 6 mesi
Patente: necessaria la patente internazionale

Fuso orario: +1 h rispetto all’Italia, -1 h rispetto all’Italia, quando in loco si adotta l’ora legale
Valuta: dollaro namibiano
Lingua: inglese, afrikaans, oshivambo, diffuso il tedesco
Religione: protestante, cattolica, altre (es. animista)
Clima: Il clima della Namibia è di tipo semi-deserto con caldo di giorno e fresco di notte.
Le regioni costiere sono raffreddate dalla corrente fredda del Benguela, che favorisce la formazione di fitte nebbie tutto l’anno tranne d’estate. Il fenomeno persiste dal tardo pomeriggio alla mattina. Nell’altopiano centrale, le temperature sono comprensibilmente più basse. Le stagioni sono invertite rispetto alle nostre. Durante l’estate (settembre-aprile) la temperatura raggiunge anche i 40°. Ci sono due stagioni delle piogge: la prima, detta breve, va da ottobre a dicembre, è caratterizzata da forti temporali, che in breve tempo trasformano i fiumi secchi in torrenti di acqua fangosa, la seconda, detta lunga, va da gennaio ad aprile, in questo periodo le precipitazioni raggiungono i maggiori quantitativi.  In inverno (maggio-agosto) la temperatura diurna è intorno ai 18°-25°. Le giornate sono molto soleggiate e l’escursione termica giornaliera è molto accentuata, per cui le notti sono fredde e la temperatura può scendere anche sotto lo zero.

Quote di partecipazione 

Quota partecipazione 4 persone per jeep

€ 1890,00 a persona

Quota partecipazione 3 persone per jeep

€ 2090,00 a persona

Quota partecipazione 2 persone per jeep

€ 2390,00 a persona

Quota partecipazione 1 persona per jeep

€ 3390,00 a persona

Supplemento camera singola

€ 290,00

Quota iscrizione e assicurazione

€ 20,00

*numero minimo partecipanti 10

La quota comprende:

  • 13 pernottamenti in hotel/lodge/guesthouse in camera doppia
  • 13 prime colazioni
  • Accompagnatore dall’Italia
  • Transfer aeroporto – hotel- aeroporto – hotel
  • Noleggio Toyota 4×4
  • Assicurazione sanitaria e bagaglio

La quota non comprende:

  • Volo aereo
  • I pranzi e le cene
  • Il carburante
  • Tutto quanto non indicato ne “La quota comprende”

 

Info & Richieste: info@atmospheraitalia.eu

Annunci