Torino – Le nostre escursioni – tour

In evidenza

Tag

, , ,

LA CORONA DI DELIZIE. LE RESIDENZE SABAUDE

Chiamando a sé i più celebri architetti dell’epoca, i Savoia attuarono un ambizioso progetto destinato a oltrepassare i secoli: quello cioè, di costruire una serie di splendide residenze barocche sui terreni che circondavano Torino, affinché facessero da “corona” alla città. Il centro di potere (la testa) era posto nel Palazzo Reale, attorno ad esso nacquero palazzine di caccia e di svago, avamposti meravigliosi dei Duchi.

Molte di queste palazzine sono ancora visitabili in tutto il loro splendore. La proposta di tuor comprende una visita a Palazzo Reale, nel centro di Torino, e una (o due) a una residenza della “Corona di delizie”. La scelta può ricadere su:

  • Reggia di Venaria
  • Palazzina di Caccia di Stupinigi
  • Villa della Regina (a Torino)

Durata: una giornata.

LA TORINO DEGLI SCRITTORI

Nel corso dei secoli Torino ha visto passare alcuni dei nomi più importanti della letteratura italiana e straniera, diventando lei stessa protagonista di numerosi romanzi e opere letterarie.

Il tour sarà una divertente passeggiata per le strade e le piazze più suggestive di Torino, alla ricerca delle case in cui nacquero o abitarono coloro che la descrissero, la cantarono, la denigrarono.

Da Salgari a Guido Gozzano, da Edmondo De Amicis a Giacomo Casanova, da Friedrich Nietzsche a Fruttero&Lucentini.

Durata: un pomeriggio o una mattina (3 ore circa). A piedi

MIRACOLO A TORINO

Un percorso che si snoda per le vie del centro, dal Monte dei Cappuccini al Santuario della Consolata, protettrice della città, per ricordare fatti prodigiosi e mistici avvenuti a Torino nel corso dei secoli. Il miracolo dell’ostia trafugata che si eleva in alto in Piazza Corpus Domini, il sogno del cieco di Briancon, il viaggio della Santa Sindone, i numerosi Santi Sociali che operarono in città nell’Ottocento e molti altri luoghi e aneddoti in cui la Volontà Divina si è manifestata.

Durante l’itinerario si potranno ammirare alcuni degli edifici storici più importanti della città, teatro di questi avvenimenti.

Durata: tre ore circa, a piedi.

SULLE TRACCE DELLA TORINO ROMANA

Non conosciamo la data precisa della fondazione di “Augusta Taurinorum”, ma sappiamo che questa avvenne in piena Età Augustea e i richiami a quel mondo antichissimo sono ancora vivi e carichi di suggestioni. Con il suo impianto ortogonale, Torino permette di ripercorrere quella che poteva essere la vita di un importante “Municipium Romano”.

Attraversando le vie principali e perpendicolari (il Decumano e il Cardine) visiteremo Le Porte Palatine, il Teatro dimenticato per secoli, i resti delle torri angolari e le mura, i luoghi dei riti di fondazione…per terminare con una visita al Museo Archeologico, recentemente riaperto, che ospita, in un allestimento multimediale, suppellettili, tombe e resti della civiltà romana.

Durata: due ore la camminata per la città + un’ora di visita al Museo

GLI ARCANI MISTERI DI TORINO

La città di Torino è uno dei vertici di entrambi i Triangoli Esoterici, quello Bianco (insieme a Praga e Lione) e quello Nero (con Londra e New York). E un fascino carico di inquietudine serpeggia costantemente per le strade e sulle facciate di una città “apparentemente” tranquilla e sonnolenta, ma che nei secoli ha attirato, come un catalizzatore, personaggi come Nostradamus e il pittore Alessandri; è stata teatro di efferati delitti talvolta rimasti insoluti (è il caso di Diabolich); ha dato i Natali a Gustavo Adolfo Rol, forse il più incredibile sensitivo del secolo scorso; fu molto amata da Friedrich Nietzsche che proprio qui impazzì; è stata scelta da Dario Argento come set di moltissimi suoi film…

Una passeggiata per le strade di Torino che punta alla scoperta di luoghi e scorci capaci di rievocare segreti e suggestioni intrise di leggenda e magia.

Durata: tre ore circa. A piedi

Per informazioni inviaci email a: info@atmospheraitalia.eu

Annunci

Tag

, , , ,

GIUSEPPE SOMMARUGA (1867-1917)

Un protagonista del Liberty tra Varese e Milano

A Varese (dal 28 maggio al 31 luglio) e Milano (dal 22 giugno al 25 luglio), città notoriamente votate al Liberty, l’istituzione Italia Liberty propone un percorso di scoperta e riscoperta delle opere architettoniche e artistiche dell’eminente architetto Giuseppe Sommaruga, curato da Vittorio Sgarbi e Andrea Speziali nel centocinquantesimo dalla nascita.

Giuseppe Sommaruga è stato non solo uno dei maggiori esponenti del Liberty italiano ma anche un innovatore scanzonato e un avanguardista che ha ridefinito lo stile stesso dell’Art Nouveau.

Tre suggestive location (Grand Hotel Campo dei Fiori, Archivio di Stato a Varese e Palazzo Lombardia a Milano) faranno da scenario a una mostra fotografica e documentaria assolutamente inedita. I luoghi della mostra, sono stati appositamente scelti dopo attente ricerche:

Il Grand Hotel Campo dei Fiori, chiuso da cinque decenni: capolavoro ingiustamente dimenticato del Liberty italiano a firma di Sommaruga;

L’Archivio di Stato di Varese contiene documenti originali di Giuseppe Sommaruga e di Hector Guimard, coevo di Sommaruga (anche lui nato nel 1867) artefice del Modernismo internazionale, stile architettonico parallelo al Liberty italiano.

Il Palazzo Lombardia a Milano, sede della Regione nelle sue forme seppur moderne, richiama gli stilemi tipici del Liberty italiano con forme concave e convesse.

Sarà possibile ammirare dal vivo documenti d’archivio e centinaia di immagini scattate da  prestigiosi fotografi, tra i quali:

Sergio Ramari (vincitore della terza edizione del premio fotografico internazionale Italian Liberty e fotografo Urbex);

Davide Niglia (fotografo internazionale di paesaggi, collabora con diversi artisti della scena musicale, ha esposto al MIA – Milan Image Art Fair);

Alessandro Angelo Carlo Raineri (vincitore della seconda edizione del premio fotografico internazionale Italian Liberty, nonché architetto allestitore delle mostre).

Una mostra che ha una sola parola d’ordine: Emozione, l’Emozione di assaporare il fascino dello stile Liberty in location assolutamente uniche, suggestive e normalmente non fruibili dal pubblico.

LocandinaunsognolibertyAltaborghesiaAssaggiprimi900